Nuova veste grafica per Terrasanta.net

Nuova veste grafica per Terrasanta.net

Il magazine online - dedicato a storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia - è ora completamente rinnovato


La testata online Terrasanta.net, facente capo alla Fondazione Terra Santa, è al suo decimo anno di attività. Per l’occasione, il sito internet che ospita quotidianamente news aggiornate, approfondimenti, recensioni e contenuti multimediali dal Medio Oriente ha rinnovato la propria veste grafica.

Le Edizioni Terra Santa, che operano in seno alla Fondazione Terra Santa e sono il centro editoriale della Custodia di Terra Santa in Italia, oltre a curare questo sito web si occupano della pubblicazione di due periodici:

• il tabloid Eco di Terrasanta (6 numeri all’anno). Con le sue 16 pagine si rivolge a chi vuole tenersi aggiornato e coltivare la curiosità su fatti e personaggi della Chiesa in Terra Santa, e scoprire la storia dei santuari. In ogni numero anche segnalazioni di libri, film, progetti di solidarietà.

• il bimestrale Terrasanta. È una rivista di 68 pagine illustrate e a colori. Mediante contributi di esperti, si propone come strumento per una conoscenza approfondita della complessa realtà della Terra Santa. Tratta tematiche religiose, culturali, bibliche, archeologiche, ecumeniche.

La testata elettronica Terrasanta.net e le due pubblicazioni a stampa non sono organi ufficiali della Custodia di Terra Santa. Pertanto non necessariamente esprimono il punto di vista della Custodia sulle varie questioni trattate.

 

Condividi
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Novità Edizioni Terra Santa

Francesco – Querida Amazonia
Giuseppe Buffon

Francesco – Querida Amazonia

Testo integrale della Esortazione post-sinodale e del Documento finale del Sinodo speciale per l’Amazzonia. Con Guida alla lettura di Giuseppe Buffon.
Il libro dell’amore
Sandro Carotta

Il libro dell’amore

Leggere il Cantico dei Cantici
L’arte di riuscire
Roberta Russo

L’arte di riuscire

Trovare la propria strada e andare fino in fondo