Affidato alla Fondazione l’Ufficio Pellegrinaggi Custodia di Roma

Affidato alla Fondazione l’Ufficio Pellegrinaggi Custodia di Roma

Il delegato per l'Italia del Custode e presidente della Fondazione Terra Santa diventa responsabile del servizio offerto ai pellegrini


Dal 1 maggio 2015 l’Ufficio pellegrinaggi di Roma della Custodia di Terra Santa è affidato alla Fondazione Terra Santa. La decisione, presa nel Discretorio custodiale del 13 dicembre 2014 e comunicata il 7 gennaio scorso, è diventata operativa con la nomina di fra Giuseppe Ferrari ofm, delegato del Custode per l’Italia e presidente della Fondazione stessa, come responsabile dell’Ufficio.

La struttura di Roma continuerà ad operare, nel solco di una tradizione ormai lunga e consolidata, quale centro di animazione e promozione dei pellegrinaggi verso la Terra Santa e l’Oriente cristiano, al servizio e in stretta collaborazione con i Commissariati di Terra Santa. Tra le priorità dell’Ufficio, il rafforzamento della presenza nel settore dei pellegrinaggi francescani specialmente nel Centro e Sud Italia e un’apertura a nuove programmazioni in vista del Giubileo della misericordia indetto da Papa Francesco a partire dell’8 dicembre prossimo.

Un ringraziamento particolare per il suo servizio va a fra Gianfranco Pinto Ostuni ofm, che ha diretto con dedizione l’Ufficio negli ultimi anni.

I contatti dell’Ufficio pellegrinaggi di Roma della Custodia di Terra Santa (che si trova in via Berni 6, a due passi da san Giovanni in Laterano) sono i seguenti: tel: +39 06 77206308; email: info@pellegrinaggicustodia.it

Per info e partenze: www.pellegrinaggicustodia.it

Condividi
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Novità Edizioni Terra Santa

I bambini non perdonano
Vanessa Niri

I bambini non perdonano

Che fine ha fatto l’infanzia al tempo del coronavirus?
Perché la politica non ha più bisogno dei cattolici
Fabio Pizzul

Perché la politica non ha più bisogno dei cattolici

La democrazia dopo il Covid-19
Mille e un Marocco
Letizia Gardin

Mille e un Marocco

Mangia Viaggia Ama nel Paese più colorato del mondo