Padre Ibrahim torna in Italia a portare la sua testimonianza

Padre Ibrahim torna in Italia a portare la sua testimonianza

Dal 2 al 13 febbraio un viaggio da Nord a Sud: Aleppo, Siria. Riparare la casa, guarire il cuore


Il parroco dei latini di Aleppo, padre Ibrahim Alsabagh, sarà di nuovo in Italia – in un viaggio che lo condurrà da Nord a Sud – per offrire la sua testimonianza sulla tragedia della guerra in Siria e sulla missione francescana della Custodia di Terra Santa in favore della ricostruzione.

Durante gli incontri sarà possibile acquistare i libri di p. Ibrahim “Viene il mattino” e “Un istante prima dell’alba” il cui ricavato andrà a sostegno della sua missione.

Calendario degli appuntamenti:

2 febbraio: Ore 20.45 – PONTERANICA (BG) – Incontro presso il Convento dei Padri Sacramentini;

4 febbraio: Ore 18.00 – VIMERCATE (MB) – Incontro pubblico, Libreria il Gabbiano, piazza Giovanni Paolo II, 1;

5 febbraio: Ore 21.00 – SEREGNO (MB) – Incontro pubblico, Auditorium Istituto Candia, Via Maroncelli;

6 febbraio: Ore 20.45 – LODI – Incontro pubblico, Sala polifunzionale Istituto Canossa, via XX Settembre, 7, ingresso da Via De Lemene;

8 febbraio: Ore 20.00 – TARANTO – Incontro pubblico, Chiesa di san Pasquale, Via Pitagora, 32;

9 febbraio: Ore 17.00 – LECCE – Incontro con la famiglia francescana, Chiesa sant’Antonio a Fulgenzio;

10 febbraio: GROTTAGLIE (TA) – Giornata di spiritualità per i giovani, Monastero Santa Chiara (Link);

12 febbraio: Ore 18.00 – GAETA (LT) – Incontro pubblico, Palazzo della Cultura, Via Annunziata, 58;

13 febbraio: ATINA (FR) – Incontro pubblico, Parrocchia di Atina;

Condividi
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Novità Edizioni Terra Santa

I bambini non perdonano
Vanessa Niri

I bambini non perdonano

Che fine ha fatto l’infanzia al tempo del coronavirus?
Perché la politica non ha più bisogno dei cattolici
Fabio Pizzul

Perché la politica non ha più bisogno dei cattolici

La democrazia dopo il Covid-19
Mille e un Marocco
Letizia Gardin

Mille e un Marocco

Mangia Viaggia Ama nel Paese più colorato del mondo